Overbooking : compensazione pecuniaria e danno ulteriore

Il Giudice di Pace di Sora, dott. Giovanni Catini, ha condannato nota compagnia aerea per overbooking, riconoscendo la compensazione pecuniaria e il danno ulteriore, per negato imbarco a seguito dello sciopero del giorno 8 giugno 2018.

Con sentenza n. 72 del 21 maggio 2021, il Giudice di pace di Sora, dott. Giovanni Catini, ha accolto la domanda di un viaggiatore per negato imbarco aereo dovuto da overbooking della compagnia aerea, a seguito di sciopero indetto l'otto giugno 2018. 

Il passeggero, recatosi all'aeroporto di Fiumicino e al banco del check-in ha appreso la cancellazione del volo e lo slittamento della partenza al volo successivo, anch'esso in overbooking con partenza rinviata nella tarda serata.

L'attore decide di rinunciare alla partenza, non avendo certezza dell'orario del prossimo volo.

Il ritardo della partenza del volo produce a carico del vettore ed in favore dei passeggeri le conseguenze indicate dal combinato disposto degli art.6 e 7 del regolamento (CE) n. 261/04 ed in particolare una compensazione pecuniaria da euro 250,00 a euro 600,00 variabile in considerazione della distanza della tratta aerea. 

Il giudicante ha riconosciuto anche il risarcimento del danno ulteriore debitamente provato dal viaggiatore, come previsto espressamente dall'art.12 Reg. 261/2004 di "risarcimento supplementare", ovvero della parte di danno che il passeggero dimostra di aver subito.